spedizione gratuita in tutta italia

La buona notizia è che siamo usciti vivi dal Black Friday

La buona notizia è che siamo usciti vivi dal Black Friday, la cattiva è che ci siamo svegliati lunedì mattina convinti che tutto fosse tornato normale, sbagliando. 
Oggi è il tragico Cyber Monday. 
Una versione non richiesta del BF dedicata alla vendita on line. 
Come se la settimana scorsa non si fossero proposti sconti per tutta la rete. 
Oggettivamente il BF ha un po’ stufato, diciamolo. Sicuramente gli sconti, più o meno veri e più o meno forti fanno gola a noi consumatori (mi ci metto dentro anche io anche se scrivo dal blog della mia piccolissima azienda perché prima di essere un venditore sono un consumatore, in particolare un consumatore che acquista on line) e fanno gola a noi venditori, imprenditori o quello che volete i nuovi clienti.
Ma tanto ha stufato questo BF che cominciano a serpeggiare un po’ di polemica, spesso giusta sul sistema Amazon, a proposito del trattamento dei dipendenti, dell’impatto che ha la vendita on line sul commercio tradizionale, sullo strapotere delle grandi catene e anche sulle truffe e anche sul consumismo imposto da offerte commerciali più o meno credibili.
Si sono polemiche che in larga parte condivido, mi fa male il cuore girare per le città e vedere decine di negozi sfitti, attività in chiusura.
Ma siamo sinceri, non possiamo dare tutta la colpa della desolazione che affligge i nostri centri storici ormai desolati e mal frequentati ad INTERNET! 
Le cause sono molteplici e complesse e passano dalle tasse alte, gli affitti che sono spesso rimasti quelli di un periodo in cui l’economia tirava come un carro di buoi, che sono cambiati i gusti e le abitudini dei consumatori, che poi sono persone, siamo noi.  
E di Internet, un po’ si, certamente perché è davvero troppo facile acquistare in pochi clic dal nostro smartphone mantre aspettiamo l’autobus, se non ci interrompe la telefonata di mamma che ci chiede se abbiamo messo la maglia di lana o dell’odioso operatore telefonico che ci promette chissà che meraviglioso contratto decennale. 
Ma Internet non è solo Amazon, con il suo strapotere, é anche Sep t-shirt e millemila altre aziende che senza enormi mezzi (ma non senza mezzi ed impegno) riescono a raggiungere un pubblico molto più vasto di quello che avrebbero potuto raggiungere nei preistorici anni prima della web economy. 
Spesso offrendo prodotti Made in Italy innovativi, nuovi, di qualità, fighi, figissimi. 
Penso ad una azienda giovane che fa scarpe artigianali bellissime ed economiche, un gruppo di giovani architetti che qualche anno fa anno preso a fare buste porta Mac Book e zainetti bellissimi ed ora vendono in tutto il mondo. 
In spagna producono e vendono orologi bellissimi, low cost, li ordino oggi ed arrivano in due giorni, ci siamo noi che mettiamo la nostra vita in quello che facciamo e vi proponiamo.
Schiacciate dalla potenza di fuoco dei vari Amazon, Privalia e via dicendo micro imprese provano ad impersonare Davide contro Golia, ma non è mica detto che il colpo di fionda vada a segno e faccia cadere il gigante. C’è qualche cosa di folle ed eroico in questo; si esagero, so che gli eroi sono altre persone, dai Vigili del Fuoco ai volontari dei canili, ma un po’ lo sono anche tutti quelli che provano a fare qualche cosa di diverso, di nuovo. Quelli che non si accontentano. Insomma quelli che in questo momento storico mettono on line il loro lavoro e le loro idee, dall’E-book alle scarpe fatte a mano, dando a noi tutti la possibilità di non accontentarci di quello che offre la grande distribuzione con le sue regole non proprio umane. 
Se è vero che i negozi dei nostri centri storici stanno chiudendo è altrettanto vero che stanno aprendo tante, tantissime nuove piccole attività anche di eccellenza che sfidano i colossi.
Chissà, magari un giorno i negozi delle nostre città saranno di nuovo vivi e magari saranno proprio i negozi di queste attività che ora sono solo on line. 
Quello che resta di questa settima Black o Cyber che sia stata è che per fortuna ci stiamo svegliando e non buttiamo via tutto il futuro (il web) e neanche tutto il passato (la nostra straordinari tradizione) e cerchiamo come consumatori di coniugare le due cose. 
Sep t-shirt ci prova. 
E ci crede. 
Grazie.

Michele Lamanna

 

Michele Lamanna Sep t-shirt

Older Post
Newer Post
Close (esc)

Popup

Use this popup to embed a mailing list sign up form. Alternatively use it as a simple call to action with a link to a product or a page.

Age verification

By clicking enter you are verifying that you are old enough to consume alcohol.

Search

Shopping Cart

Your cart is currently empty.
Shop now